Il giorno in cui mi capitò di morire – Chiara Tangredi

Il giorno in cui mi capitò di morire

di Chiara Tangredi

morire tangredi

Brossura: €10,00 €8,00

eBook: €1,99

ISBN 978-88-99593-00-1
Pagine 90
Pubblicato il 19 gennaio, 2016

Il giorno in cui sono morto era un giovedì. Per forza: il giovedì non mi è mai piaciuto. Non era previsto che morissi. Mi sono perso la scuola. Anche se, stranamente, quel giorno ci sarei voluto andare. Avrei fatto qualsiasi cosa. Tranne morire.

L'opera

Tutte le strade portano a Roma. Proprio come le vite di ogni essere vivente portano a un'unica e definitiva destinazione. Con un inevitabile arrivo, non rimane che percorrere la propria strada, e magari cercare di allungare il tragitto di qualche passo. Ma poi accade, a nove anni, di morire. Tutto sommato, però, i postumi della morte vengono subiti dai vivi. È la scomparsa di un bambino innocente il motore di un rimestamento morale ed etico di un paese qualunque dei nostri giorni. Un paese in cui di morale e di etica non si vive di certo e dove un ironico cinismo è il tratto distintivo di personaggi sanguigni, talmente realistici da poter diventare reali. L'illusione della permanenza, l'incessante trascorrere del tempo e l'evidente fatto che, in ogni caso, la vita va avanti fanno maturare nei protagonisti un atteggiamento di rassegnata tolleranza. Perché se è vero che la morte si subisce, allora forse tanto vale mettersi comodi.

Un disincantato testo che rinnova e omaggia l'oscuro splendore del Teatro dell'Assurdo, per chi ancora non smette di esplorare l'inesorabile paradosso di non poter vivere senza morire.

L'autrice

Chiara Tangredi è nata a Benevento nel 1989. Nel 2013 ha pubblicato la sua prima silloge lirica, Sono come il coccodrillo: piango sul latte versato. Ha partecipato a diverse antologie, tra le quali Il Federiciano 2014. Libro Verde, con la poesia Non mi lasciare prima dei 100 anni, e Nanoracconti a cura di Pietro Damiano (Homo Scrivens Edizioni). Collabora con la rivista InStoria e con il sito di divulgazione dell'informazione Italiagiusta. ​Il giorno in cui mi capitò di morire è il suo primo testo teatrale.

Rassegna Stampa